Benvenuto su WorldWildWeather

Scopri gli ultimi articoli: "Inflow & Outflow" e "I Downburst"

Condividi Informazioni
MySpace Twitter Digg Delicious Stumbleupon Google Bookmarks RSS Feed 
Cerca un evento
Contatori visite
 8 visitatori online
Tot. visite contenuti : 81398
Sostienici!
Ti piacciono gli articoli?
Allora clicca sul banner ed aiutaci ad ampliare il sito.

E' sicuro, garantito da WorldWildWeather Staff!


Partnership

meteolympus

Vuoi diventare partner di WorldWildWeather ed aggiungere il tuo banner all'elenco?

Contattaci e la proposta sarà presa in esame dallo Staff

Home Analisi TLC per il lungo termine Invernale Canadian Warming ? Non quest'Inverno (Autunno)
Analisi teleconvettiva - Invernale
CANADIAN WARMING ? NON QUEST'INVERNO (AUTUNNO)

In questo periodo solitamente cominciano i primi dibattiti inerenti la Stratosfera e in particolare si disputa molto sui cosiddetti "Canadian Warming" (in relazione a un possibile StratCooling propagantesi fino in Troposfera).


Il Canadian Warmig ha origine da un'onda planetaria di origine Troposferica che si stabilisce sulla zona Nord dell'Oceano Pacifico e, forzando la normale circolazione di tipo zonale, induce la nascita di un Anticiclone in bassa Stratosfera, che successivamente si propaga verticalmente verso l'Alta Stratosfera, rafforzandosi progressivamente.

Tendo a pensare come i CW siano molto sopravvalutati come "spauracchio" per un Inverno Anticiclonico e sopramedia termica sulle Medie-Basse Latitudini, in quanto spesso vi sono altri Warming molto più deleteri a stagione già ampiamente iniziata (inizio Gennaio 07/08) o localizzati in altre zone (Siberia nel 06/07).
In ogni caso che a un CW corrisponda un successivo Strat Cooling è praticamente la norma, ed è per questo che è solitamente temuto.
Quel che bisogna valutare poi è l'effettiva influenza sulla Troposfera/NAM (superamento della soglia di precondizionamento del NAM, +1.5 , e propagazione fino in Troposfera = 60-80 gg di VPS profondo e AO+) .

 

fff

Un Esempio di Canadian Warming (CW), 1968


Faccio un riassunto.

Inverno caratterizzato da CW (Mese in cui si è verificato il CW) Valore AO medio dei 2 mesi successivi il CW

1951/1952 (Novembre) +1,2
1952/1953 (Novembre) -1,4
1954/1955 (Dicembre) -1,3
1958/1959 (Novembre + Dicembre) -1,8
1959/1960 (Dicembre) -2,3
1962/1963 (Novembre) -2,0
1965/1966 (Dicembre) -2,3
1966/1967 (Dicembre) +0,3
1968/1969 (Novembre) -1,9
1972/1973 (Novembre) +1,2
1974/1975 (Novembre) +1,1
1976/1977 (Novembre) -2,9
1977/1978 (Novembre) -0,3
1978/1979 (Dicembre) -1,5
1979/1980 (Novembre) +0,8*
1980/1981 (Novembre) -0,1
1981/1982 (Dicembre) +0,0
1991/1992 (Novembre) +1,1
1993/1994 (Dicembre) -0,5
1996/1997 (Novembre) -1,1
2000/2001 (Novembre) -1,6
2009/2010 (Novembre) -3,0


*considerato il mese stesso (Novembre) per una corretta interpretazione

Come si può ben vedere il legame è piuttosto labile.
Io sostengo che i CW, invece, siano tendenzialmente favorevoli a un Inverno sottomedia termica sulle Medie-Basse Latitudini, proprio per il fatto che il VPS/VPT già sollecitato duramente a Novembre/Dicembre (in cui raggiunge la massima forza) nella maggioranza dei casi perde poi esponenzialmente la forza stessa. Certo in una minima parte dei casi l'Inverno può anche dirsi finito prima di cominciare, ma per i cosiddetti "freddofili" è un rischio che val la pena correre.

Nello specifico:


22 casi di Inverno con CW (su 59), ovvero nel 37,3% degli Inverni si verifica un CW.
In 15 di 22 casi i valori AO dei mesi successivi al CW sono risultati NEGATIVI (68,2%), in 6 di 22 casi POSITIVI (27,3%), in 1 caso il valore è risultato pressochè NEUTRO (4,5%).

Dei 15 casi di AO- ben 12 casi hanno presentato AO pari o inferiore al valore di -1,0 ( a riprova di ciò che sostenevo sopra...) cioè nell'80% dei casi.

Dei 6 casi di AO+ 4 hanno presentato AO pari o superiore a +1,0 (66,7%).

Di questi 6 casi positivi:

1951/1952 (Novembre) +1,2
1966/1967 (Dicembre) +0,3
1972/1973 (Novembre) +1,2
1974/1975 (Novembre) +1,1
1979/1980 (Novembre) +0,8*
1991/1992 (Novembre) +1,1

Queste erano le condizioni QBO associate al Solar Flux:

1951/1952 QBO-/SF HIGH
1966/1967 QBO+/SF HIGH
1972/1973 QBO-/SF HIGH
1974/1975 QBO-/SF LOW
1979/1980 QBO-/SF HIGH
1991/1992 QBO-/SF HIGH

Come si può ben vedere nella maggioranza dei casi questi inverni "nefasti" si hanno con QBO-/SF HIGH (66,7%) e più in generale con SF HIGH (83,3%) o QBO- (83,3%).
Quel che è significativo è che NON vi sono casi di inverni con QBO+/SF LOW, ovvero i parametri di quest'anno.

Queste erano le condizioni ENSO:

1951/1952 MEI +0.5 (NINO LIKE)
1966/1967 MEI -0.1 (NINA LIKE)
1972/1973 MEI +1.7 (NINO STRONG)
1974/1975 MEI -1.0 (NINA MODERATE)
1979/1980 MEI +0.7 (NINO MODERATE)
1991/1992 MEI +0.7 (NINO STRONG)

Con ENSO+ che risulta nettamente dominante.

 


Inoltre, facendo riferimento all'ENSO per la totalità dei casi (valore Indice MEI Novembre/Dicembre):

1951/1952 (Novembre) NINO LIKE
1952/1953 (Novembre) NINO LIKE
1954/1955 (Dicembre) NINA MODERATE
1958/1959 (Novembre + Dicembre) NINO LIKE
1959/1960 (Dicembre) NINA LIKE
1962/1963 (Novembre) NINA LIKE
1965/1966 (Dicembre) NINO MODERATE
1966/1967 (Dicembre) NINA LIKE
1968/1969 (Novembre) NINO LIKE
1972/1973 (Novembre) NINO STRONG
1974/1975 (Novembre) NINA MODERATE
1976/1977 (Novembre) NINO LIKE
1977/1978 (Novembre) NINO MODERATE
1978/1979 (Dicembre) NINO LIKE
1979/1980 (Novembre) NINO MODERATE
1980/1981 (Novembre) NINO LIKE
1981/1982 (Dicembre) NINA LIKE
1991/1992 (Novembre) NINO MODERATE
1993/1994 (Dicembre) NINO LIKE
1996/1997 (Novembre) NINA LIKE
2000/2001 (Novembre) NINA LIKE
2009/2010 (Novembre) NINO MODERATE

Su 22 Inverni con CW, 14 in presenza di NINO/ENSO+ (63,6%) e 8 in presenza di NINA/ENSO- (36,4%).

1 episodi con NINO STRONG
5 episodi con NINO MODERATE
8 episodi con NINO LIKE
6 episodi con NINA LIKE
2 episodi con NINA MODERATE
0 episodi con NINA STRONG

19 episodi su 22 si concentrano con un MEI che oscilla da +1.3 a -0.6.
Il limite massimo in territorio negativo dell'indice MEI in quegli Inverni in cui si è avuto un CW è stato -1.1 nel 54/55. Quindi, essendo ora a -2.0 con la NINA prevista in ulteriore rafforzamento, tenendo sempre presente che i dati a disposizione sono relativamente limitati, un Canadian Warming è quasi impossibile.

Infine, è utile osservare quali siano le Anomalie in sede Europea e Nord Emisferica rilevate nelle Stagioni Invernali caratterizzati da un CW a inizio stagione. Dapprima in quelle stagioni Invernali caratterizzati da un AO Index positivo in seguito al CW e poi in quelle invece caratterizzate da AO Index negativo.

 

CW -> AO+

Anomalie Geopotenziali a 500 hpa (Europa)

a

Anomalie Termiche a 850 hpa (Europa)

b

Anomalie Geopotenziali a 500 hpa (N Emisfero)

c

Anomalie Termiche a 850 hpa (N Emisfero)

fff

 

CW -> AO-

Anomalie Geopotenziali a 500 hpa (Europa)

ff

Anomalie Termiche a 850 hpa (Europa)

fffd

Anomalie Geopotenziali a 500 hpa (N Emisfero)

f

Anomalie Termiche a 850 hpa (N Emisfero)

f

 

 

La (quasi) impossibilità di avere un CW nell'Autunno/Inverno 2010, perciò, potrà dirsi una buona o una cattiva notizia a seconda di come si valuta l'impatto di un CW sulla Stagione Invernale, ma dal mio modesto punto di vista risulterà un'occasione persa, in quanto in anni di ENSO- particolarmente intenso i disturbi al VP sono molto più rari e disorganizzati che in anni di ENSO+.

CW -> AO+

Anomalie Geopotenziali a 500 hpa (Europa)



Anomalie Termiche a 850 hpa (Europa)



Anomalie Geopotenziali a 500 hpa (N Emisfero)



Anomalie Termiche a 850 hpa (N Emisfero)